Il Laboratorio di Scrittura autobiografica

Premessa

Nel precedente articolo sul tema: Il Laboratorio di Scrittura autobiografica: Valutazioni avevamo presentato le impressioni, e le emozioni, di alcuni dei partecipanti al Corso.
Ora abbiamo raccolto qui alcuni testi sviluppati dai partecipanti del corso di scrittura autobiografica.
E’ stato un anno trascorso scrivendo sui ricordi, faticando sulla pagina bianca. Su una ortografia stilata di getto che a mala pena conteneva periodi, parole e traboccava di emozioni e ricordi. Ricordi che sono affiorati come frammenti di conchiglie dalla sabbia.
Storie, le nostre storie. Esili fili d’erba mossi al vento. Una danza tra altri fili d’erba … in quell’immenso prato che si chiama vita.
I contenuti, a volte tra loro analoghi, altre volte dissimili, nascono dalla stesura dei temi proposti.
C’è in tutti noi (conduttore del corso compreso) un lieve spostamento, una deriva che sin dall’inizio del corso ci accompagna.
E’ un’impercettibile spostamento interiore maturato durante il cammino percorso.
Si è come prima ma non ci si riconosce più come prima.
Il lavorare sulla nostra memoria, sui luoghi e sugli eventi che hanno mosso la nostra storia, sui ricordi e sulle proprie emozioni, ci ha palesemente cambiati.
I brani che seguono ne sono la testimonianza.
Un particolare rilievo è poi stato rivolto agli scritti di Aldo Bressanutti, il “giovane” ottuagenario avanzato partecipante al corso. Giovane, aldilà dell’età anagrafica, perché è uno spirito libero. Artista, pittore, quest’uomo, classe 1923, esprime nei suoi scritti, e nei suoi disegni, uno spaccato di storia viva, vissuta durante le traversie a lui occorse nello svolgersi del secondo Conflitto mondiale.
Sembrano racconti con una forte componente picaresca ma non sono dissimili dalle voci dei “giovani” testimoni di allora che emergono dal profondo di quel conflitto. Da Primo Levi, Carlo Levi, a Beppe Fenoglio, Giovanni Arpino e Italo Calvino, per citarne qualcuno.

Per chi volesse leggere altri brani di scrittura, non solo autobiografica, ma di prosa, poesia e soprattutto di cultura generale, e conoscere un mondo di nuovi autori “tra di noi”, consiglio il Sito: www.rossovenexiano.com

A cura di Rinaldo Ernesto Ambrosia

Le pennellate di Aldo LA DIMENSIONE DEL VIAGGIO – Un ricordo ANSIA E STRESS  – Quella volta che ho gestito  bene …
Federica ha scritto Il RUMORE DEL SILENZIO – Raccogliersi su se stessi: il silenzio espressivo I PASSAGGI – Qual è la cosa più significativa che ho fatto nella mia vita
Giovanni racconta LA STANZA DEI RICORDI – Quella fotografia che… LA STANZA DEI RICORDI – Riempire una stanza con oggetti  o ricordi
Michele narra LE COSTRUZIONI – Il lavoro manuale che mi ha dato più soddisfazioni LA DIMENSIONE DEL VIAGGIO – Il viaggio interiore
Le parole di Piero LA DIMENSIONE DEL VIAGGIO – Il viaggio interiore LA GIORNATA – Una giornata particolare (importante)  della propria vita
Il RUMORE DEL SILENZIO – Raccogliersi su se stessi, il silenzio espressivo
Renato ha scritto Il CORPO E L’ANIMA – Descrivere una sensazione di gioia che ti ha provocato un senso di benessere di fronte ad un’emozione IL CAMBIAMENTO – Tre passaggi  importanti della mia vita …
LE COSTRUZIONI – Il primo oggetto costruito da me, il lavoro manuale che mi ha dato più soddisfazione
I pensieri di Rinaldo Il CORPO E L’ANIMA – Cavalcando sull’onda dell’emotività LA DIMENSIONE DEL VIAGGIO – Il viaggiare, le sensazioni, luoghi e culture nuovi, il viaggio interiore
 Rita scrive L’IMMAGINE – Il ricordo più lontano, legato a un disegno o a un’immagine, che  mi ha fortemente emozionato I PASSAGGI – Le svolte importanti della vita, affettive, sociali, ecc.
 Vincenzo dice LA STANZA DEI RICORDI – Riempire una stanza con oggetti  o ricordi LA DIMENSIONE DEL VIAGGIO  – Il viaggiare, le sensazioni, luoghi e culture diverse

Un commento su “Il Laboratorio di Scrittura autobiografica”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.