Le nostre parole” online n. 5

Abbiamo dovuto rinunciare ai nostri appuntamenti quindicinali, ma non per questo abbiamo smesso di scrivere. Grazie al collegamento in rete tramite l’applicativo Zoom i Soci hanno ripreso a scrivere “in diretta”, sotto la regia di Rinaldo Ambrosia, affiancato e supportato da Renato Oddone.

E l’appuntamento è diventato settimanale

Il quinto tema ha per titolo “I vecchi ambulanti” e, come sempre, è preceduto da uno spunto di Rinaldo:

Quando non c’erano né radio, né televisioni, ed i film erano rigorosamente muti, c’erano molti suonatori ambulanti che passavano di cortile in cortile, cantando le ultime novità, a viva voce, senza l’ausilio di microfoni o d’altoparlanti, accompagnandosi con una semplice chitarra, lafruia.

Il nostro cortile, delle case dei ferrovieri, aveva i cancelli sempre aperti, e i suonatori e i venditori ambulanti potevano transitare liberamente. Da noi non c’erano quelle odiose etichette d’ottone lucidato che si trovavano fuori dei portoni delle case signorili e che intimavano: «Vietato l’ingresso ai suonatori ambulanti e ai mendicanti».

Da noi, al canto non sempre intonato dei suonatori ambulanti, le finestre si aprivano, la gente s’affacciava, e buttava qualche monetina da un soldo o due, avviluppati in un pezzo di carta da giornale perché non si perdessero nell’acciottolato.

Questi i temi scelti per questa settimana:

5° Tema rinaldo           5° Tema Vincenzo

Sono graditi commenti

Buona lettura

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.